COPPA ITALIA: LA DOMUSBET CATANIA CONQUISTA UNA FINALE PAZZESCA. MATATO VIAREGGIO 7-6...

COPPA ITALIA: LA DOMUSBET CATANIA CONQUISTA UNA FINALE PAZZESCA. MATATO VIAREGGIO 7-6 CON CUORE ED ORGOGLIO.

73
Condividi

Gli uomini di Fabio Costa vincono contro tutto e tutti materializzando un successo epico che apre le porte alla finale di domani. Zurlo ed Eudin incantano

Il cuore e il coraggio superano ogni ostacolo, ogni superbia e forza avversaria, ogni fischio ingrato, ogni accadimento avverso dettato da una maligna dea bendata. La Domsubet Catania vola in finale mettendo la museruola a Viareggio con la rete decisiva di Eudin a due minuti dalla fine. Gara della verità e forse una finale annunciata che il calendario ha voluto materializzare come semifinale ingrata. Domusbet Catania e Viareggio, ormai una classica di questi ultimi anni, ed un fantasma bianconero da scacciare per i rossazzurri sconfitti nelle ultime sei gare contro i viareggini. Il gusto e il sapore giusto quello di combattere, sportivamente, anche contro uno stadio avverso per continuare il sogno di accedere alla finale di una Coppa Italia stregata e lontana dal 2005
Fabio Costa rinunciava a Stankovic per il dinamismo e l’effervescenza di Eudin e Ott con  Viareggio solito colosso di viareggini azzurri agguerriti e compatti. Partenza da inferno tra fumogeni e vento Viareggio con Marinai che esaltava Rafael e Gori che tirava fuori un eurogol splendido. I rossazzurri soffrivano col tiro di Ramacciotti e il palo pieno di Valenti. Dal palo all’estasi con Eudin che si procurava il libero e con un bolide bucava Carpita, 1-1. Due minuti dopo gli arbitri non vedevano un fallo di mano di Ramacciotti e sulla ripartenza lo stesso consegnava il 2-1 che grida vendetta. Vendicatore Eudin ancora palleggio e tiro al volo per il nuovo pareggio. Botta e risposta continuo con Remedi che trovava la luce giusta per l’angolino basso, 3-2.
Nella ripresa ancora equilibrio anche nelle occasioni con Remedi e Gori per Viareggio, Eudin e Corosiniti per Catania, tutto fuori di poco. Equilibrio che manca agli arbitri che in maniera cervellotica non vedevano falli di mano in area bianconera e falli netti al limite su Ott, ma fischiavano su Gori il libero del 4-2. L’orgoglio della Domusber Catania usciva fuori in maniera veemente, una rimonta, con bomber Zurlo geloso di Gori e castigatore nel giro di trenta secondi con Carpita battuto, 4-4.
Sfortuna e sabbia ingrata nella palla impazzita di Ramacciotti che regalava una topica a Rafael per un sorpasso Viareggio timbrato dalla dea bendata. Ma oggi il cuore rossazzurro era grande, immenso e batteva forte sul numero nove con Zurlo in versione Pablito Rossi Mundial 82 nel battere Carpita per il nuovo pareggio. Gara tesa, senza esclusione di colpi: Viareggio soffriva, mentre la Domusbet Catania veniva su con la testa e la calma dei suoi leader come il grande Corosiniti, stop in mezzo all ’area, finta e gol di giustezza per il vantaggio Catania. Finita? Per nulla e la sfortuna si accaniva con gli uomini di Fabio Costa: sulla palla in mezzo di Ramacciotti, Palmacci nel tentativo di spazzare infilava Rafael per il classico autogol da mordersi le mani. Sberla forte da digerire, ma non oggi. Eudin portava la squadra sulle spalle, Fred non mollava, Chiavaro combatteva contro tutti, Palazzolo correva a più non posso. Cosi a due dalla fine la magia in salsa verdeoro, il doppio passo di Eudin e la solita fucilata che stregava Carpita per il 7-6. Il finale era da urlo, assalto Viareggio e super parata di Rafael a togliere i fantasmi della rimonta. Il resto è solo felicità e gloria per una Domusbet Catania fantastica che vola in finale lasciando di sasso tutto il pubblico di Viareggio.

Di seguito il tabellino della gara

DomusBet Catania – Viareggio 7-6 (2-3; 2-1; 3-2)

Domusbet Catania: Rafael, Paterniti, Chiavaro, Corosiniti, Altobelli, Eudin, Ott, Fred, Palazzolo, Palmacci, Concorso, Stankovic, Zurlo. All: Costa
Viareggio: Carpita, Pacini, Ramacciotti, Spacca, Anderson, Marinai, Remedi, Capo, Gori, Gemignani, Valenti, Bryan, D’Onofrio. All: Santini

Arbitri: Matticoli (Isernia), Sannino (Napoli), Gosetto (Schio)
Reti: 2’ pt Gori (V), 7’ pt Eudin (CT), 9’ pt Ramacciotti (V), 11’ pt Eudin (CT), 11’ pt Remedi (V); 10’ st Gori (V), 11’ st Zurlo (CT), 11’ st Zurlo (CT); 1’ tt Ramacciotti (V), 7’ tt Zurlo (CT), 9’ tt Corosiniti (CT), 10’ tt autorete Palmacci (V), 11’ tt Eudin (CT)

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO