32^ GIORNATA SERIE A

MILAN-SASSUOLO

21.04.2021 – ore 18,30

COME ARRIVA IL MILAN:
Sono quattro i giocatori a rischio per la partita contro il Sassuolo. Ibrahimovic e Bennacer hanno problemi e non partiranno dall’inizio, mentre stamane, Pioli proverà a recuperare Calhanoglu e Hernandez. A centrocampo potrebbe rientrare Meité. In difesa ancora assente Romagnoli ma si rivede Calabria dopo un mese di infortunio. Sicuri del posto i soliti Kessié e Rebic.
COME ARRIVA IL SASSUOLO:
De Zerbi ritrova tutti i suoi uomini ad eccezione di Caputo e Romagna. Nel 4-2-3-1 neroverde davanti a Consigli, potrebbe esserci spazio per Toljan e Kyriakopoulos sulle corsie laterali, con Ferrari sicuro di una maglia al centro e Marlon che potrebbe far rifiatare Chiriches. In mezzo al campo l’ex Locatelli dovrebbe essere affiancato da Obiang. In avanti Berardi dal 1′ minuto con Djuricic in vantaggio su Traorè e Boga, con Raspadori o Defrel nel ruolo di prima punta.
MILAN (4-2-3-1): Donnarumma; Calabria Kjaer, Tomori, Dalot; Meite, Kessie; Saelemaekers, Calhanoglu, Rebic; Leao. Allenatore: Stefano Pioli.
SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Toljan, Marlon, Ferrari, Kyriakopoulos; Obiang, Locatelli; Berardi, Djuricic, Boga; Raspadori. Allenatore: Roberto De Zerbi.

POSSIBILE RISULTATO: Milan-Sassuolo 3-1 COSA ASPETTI A GIOCARLO?

CROTONE-SAMPDORIA

21.04.2021 – ore 20,45

COME ARRIVA IL CROTONE:
Ancora Ounas-Simy nell’attacco di Cosmi, coi pitagorici chiamati a difendere l’onore visto la retrocessione appare solo questione di tempo dopo gli ultimi risultati. A centrocampo Cigarini non sembra ancora pronto, possibile che subentri a Petriccione in corsa, mentre Messias e Zanellato dovrebbero essere gli interni. Molina e Reca sulle corsie, mentre il terzetto centrale dovrebbe essere ancora una volta formato da Golemic, Luperto e Molina. In porta ancora Cordaz.
COME ARRIVA LA SAMPDORIA:
Claudio Ranieri dovrebbe cambiare qualche elemento dopo il successo casalingo contro il Verona. Il tecnico della Sampdoria prepara la prima di due trasferte in tre giorni facendo un po’ di, fisiologico, turnover. In porta ci sarà come sempre Audero mentre in difesa non ci sarà lo squalificato Yoshida che sarà sostituito, al fianco sempre di Colley, da Tonelli. Sulle corsie assente Bereszynski che sarà rimpiazzato da Ferrero con Augello a sinistra mentre a centrocampo dovrebbe rientrare dal primo minuto Candreva con Jankto in vantaggio su Damsgaard a sinistra. In cabina di regia ci sarà Adrien Silva al fianco di Thorsby mentre in attacco tre si possono giocare due posti. In vantaggio dovrebbero esserci Keita Balde e Gabbiadini che, insieme a Candreva, hanno cambiato il volto del match contro il Verona.
CROTONE(3-5-2): Cordaz; Djidji, Golemic, Luperto; Molina, Messias, Petriccione, Zanellato, Reca; Ounas, Simy.
Allenatore: Serse Cosmi.
SAMPDORIA(4-4-2): Audero; Ferrari, Tonelli, Colley, Augello; Candreva, Adrien Silva, Thorsby, Jankto; Keita Balde, Gabbiadini.
Allenatore: Claudio Ranieri.

POSSIBILE RISULTATO: 2-2 

BOLOGNA-TORINO

21.04.2021 – ore 20,45

COME ARRIVA IL BOLOGNA:
Contro il Torino, il tecnico Mihajlovic tornerà probabilmente a schierare il quartetto difensivo visto in campo con lo Spezia: De Silvestri a destra e Dijks a sinistra, con Danilo e Soumaoro centrali. A centrocampo la bella prestazione di Svanberg condita da due reti, nell’ultima sfida di campionato, dovrebbe riproporlo al fianco di Schouten. In avanti, invece, probabile la presenza di Orsolini, autore di una prestazione convincente con i liguri, al fianco di Soriano. Da sciogliere le riserve sulla prima punta e l’esterno di sinistra: Sinisa potrebbe scegliere di far riposare Palacio avanzando Barrow; in questo caso Sansone ritornerebbe titolare a sinistra.
COME ARRIVA IL TORINO:
Avanti con Milinkovic-Savic: il tecnico punterà sul serbo anche a Bologna, Sirigu non è ancora guarito dal Covid. In difesa partono in vantaggio Izzo, Nkoulou e Bremer, anche se data la vicinanza degli impegni sperano in una chance Lyanco e Buongiorno. Due ritorni a centrocampo: Singo sulla destra e Rincon in mezzo, sulla fascia mancina Murru sfida Ansaldi. Conferme, infine, per Mandragora e Verdi, mentre Zaza cerca una maglia da titolare ma parte dietro a Sanabria e Belotti.
BOLOGNA: (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri, Danilo, Soumaoro, Dijks; Schouten, Svanberg; Orsolini, Soriano, Sansone; Barrow. Allenatore: Sinisa Mihajlovic.
TORINO: (3-5-2): Milinkovic-Savic; Izzo, Nkoulou, Bremer; Singo, Rincon, Mandragora, Verdi, Murru; Belotti, Sanabria. Allenatore: Davide Nicola.

POSSIBILE RISULTATO: Bologna-Torino 1-1 COSA ASPETTI A GIOCARLO?

GENOA-BENEVENTO

21.04.2021 – ore 20,45

COME ARRIVA IL GENOA:
 Ballardini ritrova Criscito che ha scontato il turno di squalifica. Il capitano dovrebbero partire dal primo minuto sul centro-sinistra in difesa. A completare il pacchetto arretrato davanti a Perin ci saranno Masiello e Radovanovic con Strootman, Badelj e Zajc – o Rovella – in mezzo al campo. Da valutare invece le condizioni di Zappacosta. In caso di nuovo forfait dell’esterno, Biraschi agirà a destra con Czyborra a sinistra, altrimenti il suo impiego potrebbe essere a destra, con l’ex Atalanta sull’altro lato, o a sinistra con il difensore romano a destra. In attacco dovrebbe essere confermato Destro, affiancato da uno fra Pandev, Pjaca, Shomurodov e Scamacca. In questo caso il macedone potrebbe essere in vantaggio.
COME ARRIVA IL BENEVENTO:
Squadra nuovamente in campo per lo scontro diretto con il Genoa. Presumibilmente il tecnico Filippo Inzaghi riproporrà il 4-3-2-1 per esaltare quelle doti offensive emerse nel secondo tempo di Roma e per buona parte del girone di andata. In difesa ci sarà il rientro di Tuia, quasi certamente torna in panchina Letizia che non potrebbe reggere a pieno ritmo le due gare ravvicinate. In mediana staffetta Viola-Schiattarella.
GENOA (3-5-2): Perin; Masiello, Radovanovic, Criscito; Biraschi, Strootman, Badelj, Zajc, Zappacosta; Destro, Pandev.Allenatore: Davide Ballardini.
BENEVENTO (4-2-3-1): Montipò; Depaoli, Tuia, Glik, Barba; Ionita, Hetemaj; Improta, Viola, Sau; Gaich. Allenatore: Filippo Inzaghi.

POSSIBILE RISULTATO: Genoa-Benevento 1-1 COSA ASPETTI A GIOCARLO?

JUVENTUS-PARMA

21.04.2021 – ore 20,45

COME ARRIVA LA JUVENTUS:
Contro il Parma torna a difendere i pali Buffon che sostituisce Szczesny nel turno infrasettimanale; davanti a lui spazio sulle fasce a Cuadrado e Danilo con De Ligt e Bonucci, favorito su Demiral, a completare il pacchetto arretrato. In mezzo al campo possibile chance dal primo minuto per Arthur con Bentancur e lo slittamento di Rabiot in fascia considerate l’assenze di Chiesa e Bernardeschi e le condizioni non ottimali di Ramsey e McKennie. In attacco pronto a tornare Ronaldo con Dybala favorito per un posto al suo fianco su Morata.
COME ARRIVA IL PARMA:
D’Aversa ritrova Hernani ma perde Kucka, alle prese con una lesione: il tecnico crociato dovrebbe riproporre gran parte della squadra vista a Cagliari, con qualche cambio tra difesa e attacco. Al posto di Laurini infatti potrebbe rivedersi dall’inizio Busi, mentre nel tridente ci sarà la possibilità di ritrovare dall’inizio Mihaila dopo i cinquanta minuti di Cagliari: con il rumeno conferme per Cornelius e Man. Per il resto non sono attese altre novità, con Bani e Osorio centrali e Pezzella terzino, e Brugman in regia, con Kurtic a completare il reparto.
JUVENTUS (4-4-2): Buffon; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Danilo; Kulusevski, Bentancur, Arthur, Rabiot; Dybala, Ronaldo. Allenatore: Andrea Pirlo.
PARMA (4-3-3): Sepe; Busi, Bani, Osorio, Pezzella; Hernani, Brugman, Kurtic; Man, Cornelius, Mihaila. Allenatore: Roberto D’Aversa.

POSSIBILE RISULTATO: Juventus-Parma 3-1 COSA ASPETTI A GIOCARLO?

SPEZIA-INTER

21.04.2021 – ore 20,45

COME ARRIVA LO SPEZIA:
Una gara affascinante ma allo stesso tempo molto difficile per gli uomini di Italiano che però devono riscattare il pesante ko di Bologna. Il tecnico degli Aquilotti non vuole drammi ma qualcosa dovrebbe cambiare in virtù anche dell’importante sfida di Marassi contro il Genoa di sabato pomeriggio. In difesa davanti a Provedel si dovrebbe rivedere Ferrer a destra e Marchizza a sinistra mentre la coppia centrale sarà formata da Erlic e Ismajli. In cabina di regia ci sarà sempre Matteo Ricci con Maggiore da una parte e, probabilmente, Pobega dall’altra ma non è escluso l’impiego di Estevez per uno dei due. In attacco potrebbe essere nuovamente la volta di Piccoli con Verde e Gyasi a completare il tridente.
COME ARRIVA L’INTER:
È ormai l’undici tipo e con questo Antonio Conte arriverà fino in fondo, fino allo Scudetto sempre più vicino. Dopo il pari di Napoli, l’Inter vuole tornare a vincere per accelerare ulteriormente il processo e, domani a La Spezia, scenderà in campo con il solito schema che vedrà Ivan Perisic titolare al posto di Matteo Darmian. Per il resto difesa filastrocca con Skriniar, de Vrij e Bastoni davanti ad Handanovic. Barella, Brozovic ed Eriksen, in gol al Maradona, completeranno il centrocampo insieme ad Hakimi. Davanti la super coppia formata da Lukaku e Lautaro Martinez.
SPEZIA (4-3-3): Provedel; Ferrer, Erlic, Ismajli, Marchizza; Maggiore, Ricci, Pobega; Verde, Piccoli, Gyasi. Allenatore: Vincenzo Italiano.
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Perisic; Lukaku, Lautaro Martinez. Allenatore: Antonio Conte.

POSSIBILE RISULTATO: Spezia-Inter 1-2 COSA ASPETTI A GIOCARLO?

UDINESE-CAGLIARI

21.04.2021 – ore 20,45

COME ARRIVA L’UDINESE:
Per la seconda volta in stagione l’Udinese dovrà fare a meno di Rodrigo De Paul. Luca Gotti ha dunque i suoi bei grattacapi per decidere come schierare i friulani contro il Cagliari. Davanti a Musso difesa composta da Becao, Bonifazi e Nuytinck con il solito Samir a giocarsi il posto con il brasiliano. Sulle fasce Zeegelaar può insidiare uno tra Larsen e Molina (con in questo caso spostamento del danese a destra). In mezzo Arslan, per rotazioni, sembra avanti a Walace per fare da volante di centrocampo, con Pereyra e Makengo pronti a subentrare. Non si può escludere nemmeno che l’ex Besiktas faccia da mezzala, a quel punto sarebbe il giovane francese a restare in panchina. Davanti Llorente è totalmente recuperato e sembra pronto a comandare l’attacco, a supporto ballottaggio Nestorovski-Forestieri.
COME ARRIVA IL CAGLIARI:
Altra gara decisiva in casa Cagliari in chiave salvezza: dopo la vittoria all’ultimo sul Parma, i rossoblù renderanno visita all’Udinese, con Semplici punterà ancora sul 3-5-2. Confermati Vicario tra i pali e Carboni in difesa, insieme a Godin e Rugani. Sugli esterni spazio ancora a Zappa e Nandez, con il duo formato da Marin e Duncan ai lati di Nainggolan a fare il da play. Davanti la coppia formata da Joao Pedro e Pavoletti.
UDINESE (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Nuytinck; Zeegelaar, Pereyra, Arslan, Makengo, Stryger Larsen; Nestorovski; Llorente. Allenatore: Luca Gotti.
CAGLIARI (3-5-2): Vicario; Rugani, Godin, Carboni; Zappa, Marin, Duncan, Nainggolan, Nandez; Joao Pedro, Pavoletti.  Allenatore: Leonardo Semplici.

POSSIBILE RISULTATO: Udinese-Cagliari 1-2 COSA ASPETTI A GIOCARLO?

NAPOLI-LAZIO

22.04.2021 – ore 20,45

COME ARRIVA IL NAPOLI:
Torna in campo il Napoli, che dopo il pareggio con l’Inter ospita la Lazio in una gara decisiva nella corsa al piazzamento Champions. Assenza pesante in mediana per Gattuso, che dovrà fare meno dello squalificato Demme, mentre in attacco torna a disposizione Lozano appiedato dal Giudice Sportivo per il match con la capolista. Nel 4-2-3-1 partenopei c’è Meret tra i pali (Ospina infortunato), con difesa composta da Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly e Hysaj. Sarà Bakayoko a rimpiazzare Demme nella mediana con Fabiàn, mentre in avanti Lozano dovrebbe tornare titolare a destra nel terzetto con Zielinski e Insigne. Solito ballottaggio in attacco: questa volta è Mertens il favorito su Osimhen.
COME ARRIVA LA LAZIO:
Escalante ancora ai box, per lui si teme uno stiramento che lo terrebbe fuori per diverse settimane. Fuori anche Inzaghi, al Maradona in panchina andrà ancora il vice Farris, mentre i problemi accusati in allenamento da Immobile non dovrebbero essere gravi. Ciro stringe i denti per affiancare Correa, mentre Leiva potrebbe alzare bandiera bianca: Parolo pronto al suo posto. A centrocampo spazio a Luis Alberto e Milinkovic-Savic, sulle corsie Lazzari e Fares, mentre nel terzetto difensivo confermato Marusic al fianco di Acerbi e Radu, davanti a Reina.
NAPOLI (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Bakayoko, Fabian; Lozano, Zielinski, Insigne; Mertens. Allenatore: Gennaro Gattuso.
LAZIO (3-5-2): Reina; Marusic, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Parolo, Luis Alberto, Fares; Correa, Immobile. Allenatore: Simone Inzaghi (in panchina: Massimiliano Farris).

POSSIBILE RISULTATO: Napoli-Lazio 1-1 COSA ASPETTI A GIOCARLO?

ROMA-ATALANTA

22.04.2021 – ore 18,30

COME ARRIVA LA ROMA:
Tanti cambi per Fonseca in occasione della sfida con l’Atalanta. Il peso dell’avversario e la necessità di mettere minuti importanti nelle gambe di alcuni protagonisti convincerà il tecnico portoghese a schierare una formazione con tanti titolari. Dentro Pau Lopez in porta, in difesa rientra Mancini al fianco di Cristante e Ibanez. Torna titolare sulla corsia di destra Karsdorp, a sinistra uno tra Bruno Peres o Calafiori con il secondo in vantaggio. Coppia di mediani Villar-Veretout. Stravolto ancora l’attacco: alle spalle di Dzeko ci sono Pellegrini e Mkhitaryan.
COME ARRIVA L’ATALANTA:
Gasperini recupera Romero dopo la squalifica, probabile la conferma della difesa a tre vista contro i bianconeri. Toloi, Romero e Palomino andranno davanti a Gollini, anche se Djimsiti potrebbe strappare una maglia da titolare all’ultimo minuto. De Roon e Freuler confermati in mezzo al campo, con Gosens e Maehle sugli esterni. In attacco non cambia nulla: Pessina è favorito su Pasalic, mentre Muriel e Zapata andranno a comporre la coppia d’attacco.
ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Cristante, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Villar, Calafiori; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. Allenatore: Paulo Fonseca.
ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Romero, Palomino; Maehle, De Roon, Freuler, Gosens; Pessina; Muriel, Zapata. Allenatore: Gian Piero Gasperini.

POSSIBILE RISULTATO: Roma-Atalanta 2-4 COSA ASPETTI A GIOCARLO?